Cadi sette volte, rialzati otto.

Read in English.

Questa é la storia che mi è stata raccontata a Capodanno e penso valga la pena condividerla, perché é, a tutti gli effetti, una lezione di vita.
Questa storia nasce in Giappone agli inizi del XVII secolo e parla di tentare, credere e ottenere. 
É la storia della bambola Daruma.
La bambola é stata modellata su ispirazione di Bodhidharma, il fondatore della tradizione zen del Buddismo, che visse nel V-VI secolo AD. Lui è colui, la leggenda narra, che si cimentò nella meditazione dello “sguardo verso il muro” per oltre 9 anni, senza muoversi e causando a se stesso in questo modo la perdita dell’uso di braccia e gambe per atrofia. 

La bambola Daruma é emersa come simbolo di buon auspicio. Celebra infatti un’attitudine di sacrifici per il raggiungimento di un obiettivo che può essere raggiunto. É una bambola cava, tradizionalmente rossa, usata per puntare e ottenere goal.
Daruma é senza occhi, ricorda in questo modo la punizione che Bodhidharma si autoinflisse per aver perso il focus sulla meditazione in un momento di stanchezza in cui si addormentò. La storia é molto triste, è vero, ma é diventata positiva per la filosofia che gli é sottesa. Racconta, infatti che é sicuramente difficile raggiungere gli obiettivi, ma se si fissano traguardi raggiungibili che abbiano un termine preciso e si sta concentrati, ci si ritroverà disposti e capaci nell’ottenimento di quel che ci si é prefissato.
Ovviamente in questo modo la bambola diventa una potente fonte di auto motivazione che spinge verso il reale ottenimento di obiettivi, senza distrazioni.
Daruma é infatti progettato in modo da non cadere mai e quando viene spinto verso terra si rialza. Questo é perché vuole ricordare che quando si intraprende una strada verso un obiettivo può sempre capitare un fallimento, ma se é vero che si può cadere sette volte, sicuramente si ha la forza per rialzarsi otto.
Quindi, non bisogna smettere di provarci, che é il solo modo di iniziare qualcosa e concedersi la possibilità di arrivare davvero ad ottenere qualcosa.

Infine, come funziona la bambola Daruma.
I beneficiari disegnano il primo occhio al momento in cui definiscono il proprio goal. Quando l’obiettivo é raggiunto si disegna il secondo occhio e la bambola viene portata al tempio (o nel luogo dove si é presa) e bruciata.
La bambola é un oggetto personale che ricorda il potere del provarci e trasporta anche un significato spirituale e profondamente culturale. 
Io ho definito il mio obiettivo personale all’inizio del nuovo anno e sarà un progetto da portare a termine nella durata di un anno, ma l’obiettivo può essere fissato in un qualunque momento e può avere la durata prescelta.
Daruma sarà un amico durante tutto il processo, che ti ricorderà che puoi farcela.

Un grazie speciale a Serena, la persona che mi ha raccontato questa storia stupenda.
Daruma Doll_ Japanese_ you fall seven times_ WowingEmoji

Buon inizio anno, a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...