It’s about communication #2: il cane non parla ma comunica più dell’uomo

[Read in English]

Il cane é l’essere vivente che più mi ha fatta sentire in colpa ed è l’essere vivente che più mi stupisce ed emoziona.

I cani meritano le nostre lacrime, meritano film e statue al parco e meritano tutto il rispetto possibile.

Victoria Park _ Black dog campaign

Victoria Park_ London © Michela_glp_photo

Il cane é a fianco all’uomo anche quando la sua vita é in mezzo a una strada, soffre la fame e dorme tra i passanti, accanto al suo amico “a due zampe”. Lui non sceglie dove si va e quanta strada si farà, ma sceglie con chi stare, sempre e per sempre, se può.

Penso ai cani da salvataggio, ai cani guida, penso ai cani che camminano con noi in montagna per ore e penso ai cani che quando arrivi a casa dopo le vacanze, dopo mesi o dopo anni scodinzolano e vogliono stare con te come se non te ne fossi mai andato e senza rancore.

Comunicano in modo immenso e meraviglioso, con gli occhi, le orecchie, lo scodinzolio e passeggiando al tuo fianco, o un po’ piú avanti, per poi tornare indietro a riprenderti. La comunicazione di un cane risiede nella fedeltà e in un totale altruismo di cui nessun uomo o donna sono davvero capaci.

Perché é l’essere vivente che più mi ha fatto sentire in colpa? Perché per quanto io abbia adorato il mio cane sono sicura di non avergli donato la metà dell’affetto e della presenza che lui ha donato a me, incondizionatamente.

1453463_10151812126982639_78680014_n

Charles Monroe Schulz nasce a Minneapolis il 26 novembre (oggi!) del 1922. A lui dobbiamo le strisce dei Peanuts a partire dal 2 ottobre 1950.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...